09-bramieri000 
Mes de Settémber 2016  
E mi e mo? E mo... Bramieri. Dopo la Franca Valeri e il Walter Chiari in versione meneghina, potevamo non proporti il Nostro Gino meneghino?

 

 

 

 

 

Per leggere tutto il post clicca sull'immagine a lato oppure qui

 

Alzi la mano chi non si ricorda, negli anni ’60, Gino Bramieri quando al “Carosello” faceva la réclame di un sacco di oggetti prodotti in polipropilene**. E per aiutarci a ricordare il nome della marca del costruttore, terminava sempre le divertenti scenette con la frase: e mo e mo?  M . . . . n!

Naturalmente non è che non l’ho scritto il nome Moplen© perché non voglio che il brand usufruisca del vastissimo “catino” di utenti che leggono il sito, mi piaceva che… lo pensassi tu.

A seguire prima una réclame della Moplen©, poi una barzelletta trovata sulla pagina facebook “Milano da Vedere” entrambe inerenti al nostro Dialetto.

Buon divertimento e… amarcor. elbor

 


 

09-bramieri001 

09-bramieri002 

 

 


** Un prodotto certamente innovativo allora, con il quale oggi dobbiamo fare i conti
per altri 100 anni, almeno. 

Réclame  . tratto da Wikipedia vedi il link qui

- Stampa e affissioni  Le prime comunicazioni pubblicitarie (al tempo chiamate réclame) iniziano a diffondersi con la nascita dei giornali tra la metà dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. Sulle ultime pagine dei quotidiani, quali la "Domenica del Corriere", la "Tribuna Illustrata" e l’"Illustrazione Italiana", appaiono i primi annunci pubblicitari. –

La réclame del Ginetto “Gli Italiani visti da… Gino Bramieri” che hai visto, come praticamente tutte allora, duravano 3 minuti, penso che fossero una decina, ed erano concentrate nel contenitore “Carosello”. 
Gli spot di oggi durano 30/45 secondi massimo (alcuni solo 15’’) e sono comunque in grado di sintetizzare e comunicarci “la vita di un uomo”, e sono “spalmati” in tutte le ore di programmazione.

09-bramieri003
Un contributo non certo “an passant” nella storia della réclame in Italia, l’ha dato anche Givanni Barrella.
Nel sito milanesiabella, un’antologia permanente di poeti e letterati milanesi, classici e moderni, vecchi e nuovi, come recita il sottotitolo, ho trovato anche la sua biografia (per leggerla clicca qui) e un elenco di slogan suoi, in dialetto milanese, che ti riporto a seguire.

 

 

 

 

 

Slogan pubblicitari di Giovanni Barrella                       

«Ne òodi pù de vedegh nò per mett sù i occiai del Viganò»

«Sont a terra se me manca on gottin de Fernet Branca, ma l'è festa de  amiglia se ne compri ona bottiglia».

«'me l'è bon! ma che cuccagna! on cognacch Vecchia Romagna».

«O Biraghi benedettI se mi compri i tò majett mi sparmissi di malann spendi nient... duren cent'ann!»

«Orco canI... Mi ghe scometti che sarissi bon anca mì de fà pont e de cusì con la macchina Borletti!»

«Mì me pias, parli sul seri, i salamm che fa el Citteri. Se a Milan ne troeuvi nò mì, col brumm, voo finna a Rhò»

«Di alter medesinn 500 nò se fann: gh'hoo l'amaro Giuliani per curamm».

«Al mè bròcch ghe pias la biada e l'erbetta profumada... Mì non gh'hoo che ona passion: i biscotti Lazzaron!»

«La bocca l'è mai stracca se non la sa de vacca de vacca o de vitell ghe voeur el Locatell». 

 

 


 

sos-mail 
Se necessiti di un paio di consigli tecnici, per lasciare il tuo commento a questo a questo racconto, clicca sull'icona SOS Mail qui a lato, ed accederai alla scheda tecnica, che in quattro semplici passaggi ti chiarirà tutti i dubbi.
Se scrivom... elbor 

 

Commenti  

#2 Ivo 2016-09-27 21:40
Cara signora AngelA (Turola) la saluto con 1A di Affetto e1 di Abbraccio :lol:
Indovinello facile Qui nel sito chiunque clicca su MILANESÍABELLA leggerà nel bello e interessante MILANESÍABELLA: Antologia permanente dei poeti e letterati milanesi, classici moderni, vecchi e nuovi Curatrice del sito: Angela Turola Peirone
Gli aficionados qui del sito hanno già letto la titolare di MILANESÍABELLA almeno un paio di volte:
5/2016 Denter al coeur… non solo di Ada
6/2016 Ona ròbba tira l’altra
Se "attingo" a MILANESÍABELLA è x l'ottimo livello/competenza meneghina, è con l'intento di divulgare/mantener vivo “el noster bell dialett” Ho conosciuto 1a signora Angela Turola (5/2015 “ Ingenoggiass in milanes l’è pussee bell…”) alla Messa in milanese organizzata da Ada Lauzi per la chiusura dei suoi “pomeriggi” È la stessa che mi legge? Se così fosse sono felice di vederla accompagnare il sito Se vedom... elbor/Ivo
Ps. “el noster bell dialett” è scritto giusto?
Citazione
#1 Angela 2016-09-27 20:05
Indovina...indovinello...
Scoperto adesso, caro signor Ivo, chi sono i titolari di "milanesiabella"?
Citazione

Aggiungi commento