expo
Giugno 2015
Come già pubblicato su Facebook, lo so… l’ho già detto in tutte le “salse” che il 14 Giugno 2015, all’iniziativa “La cucina ambrosiana incontra l’Expo Milano 2015”, tenutasi al padiglione KIP International School, tra gli chef, i critici eno/gastronomici, tutti personaggi di rilievo della gastronomia meneghina, che sono intervenuti… c’era anche qualcosa di papà e la sua arte. Ma...
Per leggere tutto il post clicca sull'immagine a lato oppure qui

 

... se si è felici, si è felici, così mentre spulciavo sul sito di Expo2015, ho riconosciuto in una delle foto scattate all'evento, delle briciole “de fregui” dei quadri che facevano parte dei quattro poster che ero stato invitato a realizzare ed esporre, nella zona degustazione, preso dall'entusiasmo, non ho resistito alla discrezione, non ho saputo tenermelo per me solo, ed ho deciso di scrivere anche questo resoconto, per comunicarti la mia felicità e soddisfazione. Un sorriso...sorriso

Alla manifestazione hanno preso parte personaggi di rilievo nell’ambiente della formazione, come Nicolò Leotta, docente alla Bicocca e Coordinatore del Laboratorio Sviluppo umano e locale, Marco Gatti, critico eno/gastronomico di alto livello, Marco Balsamo, attento coordinatore di iniziative di acquisto e turismo responsabile/sostenibile organizzate  sul sito dell'associazione. Vedi sito

Giuseppe Frattini, presidente dell’Antica Credenza di Sant’Ambrogio, ha presentato l’interessante iniziativa “La Charta Ambrosiana e il Manifesto della Cucina Ambrosiana”, che si propone di far conoscere la cucina meneghina e lombarda, attraverso un elenco di ristoranti che si sono impegnati a mantenere ingredienti e tecniche per la realizzazione di piatti della cucina lombarda.

 gruppo-expo

Qui nel momento della presentazione alla destra di Giuseppe Frattini, col tipico costume meneghino, Pierluigi Crola, segue una personalità della KIP e il sorridente chef Andrea Sconfianza. Dal lato opposto, il critico eno/gastronomico Matteo Gatti,e gli chef Max Masuelli e Matteo Scibilla.

Tra un intervento e l’altro, un aneddoto culinario ed una puntualizzazione su un ingrediente di una ricetta, per mantenere “forte e chiaro” il carattere meneghino della giornata, sono state lette alcune poesie in dialetto milanese, scritte da Carlo Porta e Renato Colombo, e magistralmente lette da Pierluigi Crola in un perfetto milanese.

 Un valido apporto alla riuscita dell’iniziativa, è venuto dalla concreta e tangibile partecipazione di due importanti chef: Max Masuelli e Matteo Scibilla. Infatti, dopo una accurata relazione degli ingredienti usati nella ricetta, hanno preparato gli assaggi (abbondanti) della degustazione. Sono ricomparsi offrendoci: chef Max, dei deliziosi “mondeghili” rigorosamente seguendo “La cucina del recupero” (che mi ha fatto tornare indietro di “mille anni”, quando la nonna Maria li preparava domà quant gh’era el rest del less ò de on quaicòss de carne). Chef Matteo, ha preparato invece “I missoltitt del lago” saporita e deliziosa specialità conosciuta anche come: “La leggenda delle acque lombarde”. Spinati, velocemente cotti ed insaporiti, adagiati su un purea alla forchetta, di patate novelle, e serviti con un filo di olio extra vergine del lago, ci ha fatto dimenticare che eravamo all’EXPO, a Milano. 

buffet2

 Un momento della degustazione

buffet

Non si vede, perché ho sbagliato l'inquadratura, ma è il momento che el poeta Colomb el taja do fet de salam bon, al Galli, vice president de la Credensa, e il Galli mostra di gradire.  

chef-che-ride

Qui, il sorridente “Re del risotto alla Milanese”, lo chef Andrea Sconfienza, con l'amico Colombo.

Il pomeriggio è continuato con interventi su “Miele fra storia e scienza – No Api, No Expo” Uomini e lupi – Quando ancora l’uomo era in cima alla catena alimentare, per citarne alcuni.  

In conclusione… sono felice, della presenza che papà e la sua arte hanno avuto in questo importante evento. Mi rendo conto… della distanza oggettiva tra le tematiche trattate di questa iniziativa, e le emozioni che i dipinti di papà trasmettono, ma la disponibilità e l’accoglienza dimostrata dal Frattini, dal Balsamo e dal dottor  Leotta, mi fanno pensare che effettivamente la milanesità del viejo non ha stonato, e un poco ha contribuito alla riuscita dell'iniziativa “La cucina ambrosiana incontra l’Expo Milano 2015”.

Grazie ancora.
Se vedom. elbor

 

EXPO 14-6-2015 elio borgonovo c-era from Ivo Borgonovo on Vimeo.

 

Ps : Il mese scorso Renato Colombo mi ha permesso di pubblicare, qui sul sito, un altro suo lavoro: El Navili. In quel periodo non conoscevo ancora il Crola, così quando sono andato questo mese per registrare le poesie, del Colombo, che le registrazioni non mi sono venute bene all'EXPO, gli ho chiesto di leggermi anche El Navili. Se lo vuoi sentire e leggere contemporaneamente, clicca qui

Commenti  

#2 elbor 2015-07-05 18:32
Sono rimasto tutto il tempo nel padiglione... sono uscito solo una scappata fuori per prendere un po' d'acqua :lol:
Citazione
#1 Antonella 2015-07-04 17:50
Ah ah ah ..... che strano non esserci incontrati quel giorno... C ero anche io !!!
Citazione

Aggiungi commento