Felice 2017 a tutti. Se vedom...

felice2017
Venerdì 16 de Dicember 2016
 
Sono ancora poche le volte che scriveremo questo numero… 2016. Mentre saranno di più (per me tante, ma tante) le volte che lo scriverò al posto del nuovo 2017. 
Mi sono rassegnato ormai, in genere verso Agosto comincio a scrivere l’anno corretto. È così da quando… “mi hanno imparato a scrivere”.

 

 

 

Se faccio un bilancio di questo anno che sta terminando, ed escludo le questioni personali, familiari, finanziarie, affettive e di salute, se non prendo in considerazione quelle relative alla violenza, quelle sociali, climatiche, religiose e politiche, devo affermare che è stato un buon, anzi un ottimo anno.

Mi chiederai, avendo escluso tutte queste “questioni” dagli eventi positivi che avrebbero potuto trasformare il 2016 in un anno favorevole, cos’è che te lo fa considerare un “ottimo” anno?
Una sola cosa, che però è come un albero ben piantato, che  cresce e si ramifica: l’amicizia.

Quest’anno ho fatto amicizia con molte persone e da ognuna ho imparato e capito e tratto beneficio.
Senza alcun ordine, non con un senso consequenziale, non per importanza, così come mi vengono alla mente penso...
alla Anna Maria, per i suoi commenti che ha lasciato sul sito, alla Maria Vittoria, che si è emozionata per la foto che le ho fatto col nipote e il marito, al Marco, che mi sta insegnando a fare dei montaggi video decenti, alla Mariella, che quasi la faccio morire dallo spavento, alla Bianca, che con la sua calma e precisione mi tranquillizza la pubblicazione di un testo dopo la sua supervisione, alla Piera, con la quale pranzo a casa sua e mi pare di essere nella mia… da tanto mi fa sentir a mio agio, alla Mara, che divide con me la passione, delle due ruote oltre a quella di andare a far visita alla Piera, alla Paola, che paziente come nessuno saprebbe esserlo, mi segue tutti i giorni e mi consiglia, ma solo quando glielo chiedo, al Bico, che timidamente e tecnologicamente mi invia le sue poesie e registrazioni, alle quali devo solo mettere il titolo… a volte, alla Ada, con la quale un incontro inizia con una postura formale e termina sempre confidenzialmente ed affettuosamente, al Tullio, davanti al quale resterei ora ad ascoltarlo e guardarlo, al Francesco, sempre disponibile ad aiutarmi, e preparare degli ottimi pranzetti, al Luca, che nella sua esuberanza a volte incontrollata, non dimentica mai di segnalarmi una persona con la quale potrei intraprendere esperienze interessanti, al Gianfranco, che anche se super impegnato è riuscito a darmi una mano, al Nadir, sempre disponibile e capace di incantarmi con la sua voce e la sua chitarra, alla Anna, che si congratula per l’impegno che metto nel sito, aiutandomi a continuare, Adriana, che mi segnala le iniziative potrebbero sfuggirmi, al Roberto, col quale provo un’amicizia “adolescenziale” che si ripete nelle belle, lunghe e giocose telefonate, come nelle uscite insieme, alla Maria Celeste,  che mi apre sempre le porte di casa sua, al Mario, (Mariett de la Baròna) che è un esempio di come prendere la vita, al Mario, no non è una ripetizione, è il Mario de cà visin a via Ripamonti, anch’egli maestro di vita e incantatore coi racconti della sua vista, alla Marcella, che non ho una foto sua dove le si veda il viso (bello peraltro), alla Daniela, disponibile a rimboccarsi le maniche come ad infilarsi in una lettura per nulla facile, alla Giuditta, simpatica, spiritosa, vivace, solare, disponibile e… accreditata reporter (spero non dimenticar nulla perché me la farebbe pagare), al Pierluigi, voce del Renato, a qualunque ora, al Renato, che entusiasta de El Lunari 2017 ne ha stampate una decina di copie e le ha regalate ad amici e parenti, al Pelè, col suo tollofono, al Edoardo, che la mia prevenzione non me l’a fatto scoprire prima, alla Paola, col suo impegno per conservare una Gesetta che sta in un palmo di mano,  al Corrado, che con accontenta le mie bizzarrie grafiche sul sito, al Ezio, che vuole che gli telefono di sera, ed io continuo a farlo di mattina, alla Rita, che lo sopporta, al Angelo, che quando canta “I och” mi fa impazzire perché non tira il fiato se non ha finito la strofa, sono riuscito,  e ancora… alla Alba alla Gianna al Giuseppe al Luigi, Patrizia, etc. etc. etc.  che ci sono… e come tutti gli altri mi fanno sentire la loro amicizia.

Buon Natale, bone feste e un felice 2017. Se vedom… elbor 

 

felice2017-intero

Naturalmente lo stesso biglietto di auguri fatti a tutti voi, li ho anche invitati al Primo Cittadino che mi/ci ha risposto così:

sala-ringrazia

 


CHIUSURA PER
VACANZE

Caro internauta, con il biglietto d'augori di quest'anno, per il prossimo anno (guarda che pasticci ormai faccio con le parole, è ora di fermarsi un po') ti saluto con un abbraccio forte, e ti avverto che da oggi 16/12/2016 il sito va in vacanza (lui, non io che mi concentrerò invece sulla preparazione dei quadri e dei materiali necessari ad allestire una bella mostra delle opere inedite di papà; I MAI VIST).

 

Il sito riprenderà la normale attività

lunedì 9 Gennaio 2017

 

Ti ringrazio per avermi/ci seguito in quest'anno bello e proficuo.

Se vedom... elbor - alias Ivo 
ivo-sigla-col72dpi

smile75

 

 

Aggiungi commento