cazzoela
Ottobre 2015
Mettiamo i puntini sulle “i”. Anche se di “i” non ce n'é nemmeno una, in nessuna delle due parole, una cosa è la “cazzoeula” e un’altra ben differente è la cazzuola.

 

 

 

 

 

 

Per leggere tutto il post clicca sull'immagine a lato oppure qui

 

Pensa… che anche su Google, l’usatissimo motore di ricerca, se digiti: cazzuola e poi guardi le immagini che ti compaiono, ti propone le due “cose” assieme. Provare per credere, come diceva un famoso imbonitore di un noto mobilificio, cliccando qui

Certo… non nello stesso modo te lo sto mostrando, ma è un fatto che mi fatto riflettere.

Per fortuna che c’è il Renato Colombo, il nostro poeta milanese, che prende spunto dalle cose più disparate, dai cambiamenti della nostra Città, ai fatti storici, per arrivare alle cose di tutti i giorni, come… la cazzoeula.

Aspettando la prima gelata, goditi questa cazzoeula fatta in rima dal Renato.

Buona lettura. elbor

Ps. Un pomeriggio, stavo andando in galleria e mentre tagliavo piazza 24 Maggio, spingendo poderosamente sui pedali della mia spicciola, mi sento dire: adess te passet senza nanca saludaa? Mi giro, verso questa voce che stranamente parla in milanese, cercando il “Panda” (per via de la razza in estinzion, tra i pedoni fermi al semaforo, e chi era… il Renato che stava andando ad incontrare un amico, neanche a dirlo… alla Darsena.

 La cazzoeula 
di Renato Colombo

In tutta la cusina milanesa

che la discend di celtigh nòster avi

quand hinn rivaa da la terra francesa

sarann staa barbari, ma eren savi

eren poeu minga inscì torlocconi

tutt alter eren di gran margniffoni.

 

Basta dì che la bott hann inventaa

alter che i anfor come i grecch e i roman

che se sceppelaven andai a toccà

menter i bott restaven semper san

i archeològich sarann minga d’accòrd

i bott marscissen i anfor gh’emm ‘me ricòrd.

 

Dess lassemm pur perd ‘sta discussion

vegnemm a quell che l’era la prima idea

el disnà de Milan, di buseccon

ch’el riva da Belisama la dea

la tradizion la stà in d’on piatt

on moment e mì, ve spieghi l’antefatt.

 

Milan el gh’ha la scrofa ‘me emblèma

a gh’emm minga la loa capitolina

per quest numm la cazzoeula tremm insèma

simbol de la cusina meneghina

gh’è nient, nagòtt pussee bon e gustos

de lee gh’emm de vess ben orgoglios.

 

El faseven giamò i nòster missee

parli de lor, i celtich naturalment

hinn lor che hann inventaa ‘sto mestee

per celebrà la scrofa a l’è evident

l’era util e poeu l’era anca bella

perchè mettela minga in padella?

 

Inscì la cazzoeula hann inventaa

posciandra l’era el nòmm antigh

dòpo on poo de proeuv el risultaa

i alter hinn restaa ‘me di cattafigh

cont el temp l’ha subii di cambiament

per adattala mej ai temp present.

 

Dòpo alter proeuv i luganeghitt

 

Aggiungi commento