00-seicentro-locandina
A cavall de Genar e Febrar
Dopo L'AMBROSIN DE LEGN, i pittori che honno voluto, hanno potuto esporre, sempre organizzata dall'Associazione el gropp, al bellissimo Spazio SEICENTRO, alcune delle proprie opere.

 

  

 

Come per il post "riassuntvo" dell'iniziativa, anche in questo per la collettiva, ti organizzo un sommario iniziale che ti consente, cliccando sui titoli dei capitoli, di leggere direttamente l'articolo che ti interessa. Se invece vuoi scorrerli a RITROSO fallo autonomamente utilizzando, come sempre, il cursore di scorrimento a destradella pagina.

 

INDICE DEI POST

Pròppi bell IL GIORNO... con tutte le foto
In questo post trovi gli articoli pubblicati relativi alla collettiva, le foto degli artisti e delle opere che hanno esposto ed i commenti lasciati sul libro dai visitatori.

Aiutati che il ciel ti aiuta
Tuttele le fotografie scattate all’inaugurazione.

Ricominciamo da... SEICENTRO
Il post che presenta gli artisti che hanno partecipato alla collettiva e la locandina.

 


 

Pròppi bell IL GIORNO... con tutte le foto

1febb-articolo-vazzana000
Torna all'INDICE DEI POST
1 de gennar 2018

Quello di oggi, primo febbraio. Ho aperto la posta e c’era una mail del Centro dell'Incisione Alzaia Naviglio Grande, per gli amici… del Gigi Pedroli, che mii segnalava la pubblicazione su IL GIORNO, di un bell’articolo della Marianna Vazzana, una brava giornalista, attenta anche alle iniziative culturali Meneghine, che riporta sulle pagine MILANO QUARTIERI.

Ho preparato un “annuncio JPG” per essere divulgato con WhatsApp e Facebook ai miei amici ed a tutti i pittori, invitando tutti a divulgare a loro volta ai loro contatti.

Si è scatenata una bellissima “tempesta telematica” di complimenti ed entusiasmo per l’iniziativa, oltre che gratitudine per Marianna, subito comunicata.
A seguire l’articolo e lo “strillo” per comunicare l’apertura della galleria nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 febbraio.

Se vedom… in galleria. elbor

 


1febb-articolo-vazzana002

 

1febb-articolo-vazzana001

Lo "strillo" preparato per facebooc e WhatsApp per divulgare il bell'articolo di Marianna Vazzana.

 

1febb-articolo-conca000

L'articolo pubblicato su La Conca

 

 


I quadri esposti

quadri-001

Prima dei quadri, un pannello da il benvenuto ai visitatori e racconta le tappe de L'AMBROSIN DE LEGN che vede il suo epilogo nella collettiva MÌ Ami la PITTURA de MILAN che si appresta a visitare.

Se vuoi leggere il saluto e l'introduzione alla mostra contenuto nel pannello introduttivo, clicca qui.

 


Artisti ed opere

 

00-ripepi

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-002

quadri-003


00-rastelli

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-004

quadri-005


00-soffientini

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-006

quadri-007


00-pedroli

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-002


00-formenti

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-009

quadri-010


00-guarino

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-011

quadri-012


00-mitti

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-013

quadri-014


00-sampaolo

L'artista e la sua opera presente sul Lunari 2018

quadri-015

quadri-016

quadri-017



quadri-020

01-inaugurazione-063

In occasione de L'AMBROSIN DE LEGN, avevo preparato per "noi " dell'Associazione un attestato di merito per premiarci del lavoro svolto. Non è stato consegnato per causa del pasticcio nella premiazione che ha scombussolato la consegna del premio al pittore e dei relativi attestati.
Ora… che siamo arrivati all’ultima fase… l’ho incorniciato e messo in mostra.


Fuori concorso MÌ Ami la PITTURA de MILAN

00-borgonovo

quadri-018

quadri-019

 



I commenti dei visitatori

libro-firme001

Milano universo di colori, idee esperienza, immaginazione e concretezza, crocevia di umanità e di solitudini, che bello vederti MUSA di pittura e di emozioni.
Un grazie a ciascuno degli artisti. A.

libro-firme002

L’arte ha la capacià di vivere in atmosfere speciali e da sognare in splendide rappresentazioni. F.

27/1/2018 Bella mostra molto interessante A.

27/01/18 Oltre a bei quadri e interessanti sculture incontrato anche persone “ricche” di idee e pensieri. G.

Milan l’è un gran Milan! Xx, xx x xxxx X.

28.1.2018 Complimenti a tutti gli artisti M.

31.01.2018 Siete bravissimi, quadri molto belli che sembrano quasi fotografie da come sono stati creati. Bravi a tutti gli artisti. A.S.

libro-firme003

31/1 Bravi tutti!! Sono qui grazie qui grazie all’amicizia con Egidio, e grazie a lui ho visto veramente belle opere. L. (Emergency)

Complimenti a tutti gli artisti questa mostraguardandola mi dice un sacco di emozioni buone Complimenti S. S.

Mostra interessante e xxocevole complimenti a tutti. Pubblicizzate sempre. A. E. – M. L.

02/02/ Milan l’è semper Milan = Complimenti a tutti gli artisti, in particolare a Gabriella Ripepi ed Egidio Guarino L. E.

02/02/18 M.

3/2/18 Un tuffo in un pezzo di Milano! Artistica bella xx xxx- A.

libro-firme004

La vecchia xxxxx sempre apprezzato M.

Complimenti a tutti i colleghi pittori. Bravi e. F

Complimenti a chei segue il sacro fuoco dell’Arte. A. Z.

5-2-18 Ciao Egidio. Ottime pitture – Complimenti B.

Con simpatia B. N. A.

Complimenti, tutti molto belli A

 



Caro visitatore...

Ecco il testo che compariva sul pannello all'entrata della Collettiva

Gentile visitatore,
a nome dei Soci de el gropp ti ringrazio per essere intervenuto
a MÌ Ami la PITTURA de MILAN.
Questa Mostra Collettiva è l’epilogo dell’iniziativa con la quale
l’Associazione el gropp – La Milan ligada a l’Arte Meneghina
- Per non dimenticare Elio Borgonovo - ha voluto presentarsi agli
Amici Meneghini ed ai Cittadini Milanesi, lo scorso 16 di dicembre.

L’evento, intitolato L’AMBROSIN DE LEGN 2017 – Premio all’espressione
Artistica Meneghina si è svolto, presso la Scuola della Polizia Locale di Milano,
col Patrocinio del Municipio 5.
Il fitto programma, 100% Meneghino (a detta di taluni “troppo ambizioso”)
è stato gradito da un pubblico, apprezzabile per quantità ed eccellente per competenza,
che ha espresso il proprio gradimento attraverso tre votazioni
a schede, rispettivamente per le 12 opere dei Pittori esposte che con gli
altrettanti Poeti hanno concesso l’utilizzo (gratuito) delle loro opere
per realizzare il calendario Pittura e Poesia de Milan in del Lunari 2018.
Ed ancora, intervallati da slides istituzionali e “deliziose” diapositive di Ghisa e/o Sorvegliant,
il pubblico ha scelto i vincitori tra i sei poeti finalisti ed i quattro
cantautori che si sono esibiti con canzoni proprie, tutto rigorosamente
in dialetto Milanese.
I vincitori, per la sezione PITTURA Egidio Guarino, la POESIA Piera Bottini
e la MUSICA i PASSO DUOMO, hanno ricevuto ognuno, in premio
L’AMBROSIN DE LEGN – MMXVII.
L’organizzazione della mostra che ti appresti a vedere, vuole essere
il ringraziamento de el gropp per la collaborazione che i Pittori hanno offerto
in questa iniziativa.

Oggi, sono esposte alcune opere di quei pittori, artisti del calibro di: (in ordine
alfabetico) Elio Borgonovo, Emilio Formenti, Egidio Guarino, Gigi Pedroli, Mitti Piantanida,
Lucio Rastelli, Adalberto Sampaolo ed Ezio Soffientini.
Purtroppo in quest’occasione non potrai apprezzare le opere di altri ottimi pittori
come Enrico Carozzi ed Aldo Cortina, perché i figli sono impegnati in impegni pregressi,
manca il bravo Roberto Sironi, impegnato con un mostra itinerante
in Francia. Anche Aldo Parmigiani non c’è.

Non credo che un evento più “povero”, offerto con un “format” tradizionale,
meno “ambizioso”, avrebbe evitato al Consiglio Direttivo i conflitti relazionali
e le ripicche poi degenerate in drastiche decisioni, prese peraltro… dopo l’ottimo
apprezzamento da parte del pubblico de L’AMBROSIN DE LEGN.
Personalmente ritengo che… se è vero che il destino del nostro dialetto milanese
e quindi di una parte della nostra Cultura sia ormai segnato, sia più che mai
necessario aprirci a nuove prospettive, appropriarci di nuovi linguaggi e mezzi
di comunicazione.
Ostinarci a seguire il vecchio e sterile cammino, accettare passivamente analisi
piagnucolanti di taluni ristretti ambienti, arroccati su obsolete egemonie prive
di strategie, corrisponda ad un suicidio certo.
Per questi motivi ti chiedo di seguirci, suggerirci, consigliarci, correggerci, in una
parola… partecipare con le tue idee, proposte e SOGNARE ASSIEME il cammino
migliore per conservare la nostra Cultura assieme al nostro dialetto.
Grazie e buona Mostra.

Grazie e buona mostra
Ivo Borgonovo
Presidente

Per tornare da dove sei arrivato clicca qui.

Torna all'INDICE DEI POST

 



 

Aiutati che il ciel ti aiuta

01-inaugurazione-cover
Torna all'INDICE DEI POST
Alla vigilia le previsioni non erano per nulla favorevoli. Ed invece sabato 27 gennaio, nel cielo del Municipio SEI, ed in particolare sopra lo Spazio SEICENTRO, in occasione dell’inaugurazione della collettiva MÌ Ami la PITTURA de MILAN, organizzata dall’Associazione el gropp, a conclusione de L’AMBROSIN DE LEGN, si è messo a splendere un bel sole e tutto è andato proprio bene.


Gli Amici Meneghini intervenuti alla collettiva di pittura assieme agli appassionati di lettura, del gruppo Bookcrossing del “Comitati per Milano di zona 6”, hanno animato di bella gente lo Spazio SEICENTRO.

L’invito di tutti gli artisti puntualmente presenti in galleria, rivolto ai rispettivi fan ed estimatori, ha creato un soddisfacente, qualificato e vivace andirivieni di appassionati, tra queste presenze ne vanno segnalate almeno tre.
Quella della nipote dell’Ivo Borgonovo, la piccola Anita, che dopo essere intervenuta a L’AMBROSIN DE LEGN, ha obbligato mamma e nonna ad accompagnarla alla collettiva per conoscere le opere dei colleghi del… NONNO bis.
Giada la nipote del Formenti, figlia della figlia Raffaella, prezioso web/tramite dell’Emilio che gli permette di essere al corrente delle iniziative dell’associazione. La giovane Giada ha dimostrato una promettente predisposizione alla arte, quando nel mezzo della galleria, fogli e pennarelli alla mano, si è messa a disegnare ricevendo non pochi complimenti.

La terza presenza di prestigio, è stata la visita dell’Assessore alla Cultura, Ambiente e Territorio, Sergio Meazzi. Come a “I MAI VIST” alla Ex-Fornace a gennaio dell’anno scorso, anche questa volta l’attento e culturalmente curioso giovane Assessore Meazzi, ci ha fatto visita e si è soffermato ad ogni gruppo di opere, volendo conoscerne l’autore.
Il Presidente dell’Associazione, non si è fatto sfuggire la ghiotta occasione di accompagnarlo, per anticipargli i futuri propositi dell’associazione ed anticipargli un nuovo progetto da esporgli più nel dettaglio, a breve in un incontro.

Ormai col buio, le porte della galleria si sono chiuse, ma le opere resteranno esposte sino a mercoledì 7 di febbraio, durante gli orari di apertura dello spazio: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 18:00 con una pausa pranzo dalle 12:30 alle 14:30.
Compatibilmente con gli impegni pregressi del responsabile organizzativo, è possibile pianificare delle visite anche durante la giornate di sabato 3 febbraio, telefonando al numero 338 101 7691.
Relativamente a domenica 4 febbraio, il gruppo degli artisti sta pensando di organizzare un incontro che verrà divulgato appena ne saranno stabiliti gli orari.

A seguire alcune fotografie scattate da partecipanti alla mostra ed amici visitatoti.

Se sentom… elbor

 


Fotoreportage

01-inaugurazione-000

01-inaugurazione-001

 

01-inaugurazione-002

 

01-inaugurazione-003

 

01-inaugurazione-004

 

01-inaugurazione-005

 

01-inaugurazione-006

 

01-inaugurazione-007

 

01-inaugurazione-008

 

01-inaugurazione-009

 

01-inaugurazione-010

 

01-inaugurazione-011

 

01-inaugurazione-012

 

01-inaugurazione-013

 

01-inaugurazione-014

 

01-inaugurazione-015

 

01-inaugurazione-016

 

01-inaugurazione-017

 

01-inaugurazione-018

 

01-inaugurazione-019

 

01-inaugurazione-020

 

01-inaugurazione-021

 

01-inaugurazione-022

 

01-inaugurazione-023

 

01-inaugurazione-024

 

01-inaugurazione-025

 

01-inaugurazione-026

 

01-inaugurazione-027

 

01-inaugurazione-028

 

01-inaugurazione-029

 

01-inaugurazione-030

 

01-inaugurazione-031

 

01-inaugurazione-032

 

01-inaugurazione-033

 

01-inaugurazione-034

 

01-inaugurazione-035

 

01-inaugurazione-036

 

01-inaugurazione-037

 

01-inaugurazione-038

 

01-inaugurazione-039

 

01-inaugurazione-040

 

01-inaugurazione-041

 

01-inaugurazione-042

 

01-inaugurazione-043

 

01-inaugurazione-044

 

01-inaugurazione-045

 

01-inaugurazione-047

 

01-inaugurazione-048

 

01-inaugurazione-049

 

01-inaugurazione-050

 

01-inaugurazione-051

 

01-inaugurazione-052

 

01-inaugurazione-054

 

01-inaugurazione-053

 

01-inaugurazione-061

 

01-inaugurazione-060

 

01-inaugurazione-059

 

01-inaugurazione-058

 

01-inaugurazione-057

 

01-inaugurazione-056

 

01-inaugurazione-055

 

01-inaugurazione-062

 

Torna all'INDICE DEI POST

 


 

Ricominciamo da... SEICENTRO 

00-riicomincio_da_tre
Torna all'INDICE DEI POST
A settembre, quando ne ho fatto domanda, non potevo immaginare che… “Ricomincio da SEICENTRO” parafrasando il titolo del famoso film di Troisi, sarebbe stato il titolo PERFETTO per questo post di presentazione della Collettiva dei pittori che hanno partecipato a L’AMBROSIN DE LEG.
Lunedì 8 de genar ...2018

 

 

Il 16 dicembre del 2017, nell’ambito della PRIMA edizione de L’AMBROSIN DE LEGN, sono state esposti solo per un paio d’ore, gli originali riprodotti nel calendario “Pittura e Poesia de Milan in del 2018” (ancora disponibile su richiesta).
L’Associazione el gropp - La Milan ligada a l’Arte Meneghina, per ringraziare gli artisti della loro disponibilità si era impegnata ad organizzare una mostra collettiva, nella quale ogni artista potesse esporre, per una decina di giorni, alcune delle proprie opere. Eccola:

dal 27 gennaio al 7 febbraio

presso

Spazio SEICENTRO

di via Savona, 99
a Milano… naturalmente

tutti i giorni dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00

INAUGURAZIONE

Sabato 27 gennaio

a partire dalle 16:00


Da quel 16 di dicembre, molte volte la terra ha ruotato su se stessa e con essa molte cose sono cambiate e tra queste, alcune preannunciate, come l’impossibilità di vedere esposte le opere dei pittori Carozzi e Cortina, perché le figlie, rispettivamente Ornella e Tiziana, hanno preso nello stesso periodo degli impegni, altre impreviste, come la “trasferta” oltralpe di Roberto Sironi, che lo vedrà impegnato con una serie di esposizioni in alcune importanti città francesi, altre… obbligate, come l’impossibilità di partecipare del bravo Parmigiani .

Se da una parte, queste assenze ci rattristano perché non ci permetteranno di vedere i loro quadri, dall’altra ci consentiranno di apprezzare meglio, avendo maggiore spazio a disposizione, le opere degli altri bravissimi pittori (e non solo) come:
Ezio Soffientini, con i suoi caratteristici scorci meneghini, Adalberto Sampaolo, con le “sue donne” così veritiere nella loro essenzialità figurativa, Gabriella Ripepi, che oltre ai quadri ci proporrà anche alcune sue sculture, Lucio Rastelli, col suo sguardo innamorato per quella Milano che conosciamo ma spesso dimentichiamo, Maria Teresa Piantanida, meglio conosciuta come Mitti, una raffinata artista capace di trasmettere coi suoi acquerelli l’intensità e il carattere di Milano.
E ancora, Gigi Pedroli, un surrealismo che parte dalla realtà, Egidio Guarino, che attraverso il realismo “quotidiano” dei suoi dipinti ci porta a riflettere su temi "scottanti", ed Emilio Formenti, che con le sue forme, i colori ed i riflessi, nei suoi quadri ci spalanca la porta per un ricordo, di una fiaba, o per un sogno.

00-soffientini


Acrilico su tela – 1989

vial del parco, ona ringhera,
ona veggia via, on cantonscell,
i Navili sfumaa da la scighera
de ona città che la me sta a "pennell".

00-sampaolo

Olio su tela - 1988

È stato il primo artista ad aprire uno studio sui Navigli, trasformando quella zona di Milano in una delle più invitanti.

00-ripepi

Tecnica mista 2017
Prima di tutto vivere giorno per giorno

00-rastelli

Olio su tela - 1962
Lucio Rastelli nasce a Milano nel 1929. Si dedica alla pittura ad olio seguendo il maestro Attilio Preda, poi al pastello, affascinato da Boldini. Muore a Como nel 2015.

00-pedroli

Olio su cartone telato - 2014
... Le creature di Pedroli divengono pesciformi, a volerci ricordare della storia dell’evoluzione umana. Nascono così dalle stromatoliti un gruppo di opere intitolate “Evoluzione” ... riflessione dell’artista sulle prime forme di vita terrestre… Laura Palermo.

00-mitti

Acquerello - 2000
Milanese, diplomata Stilista di Moda e Artefici Brera. Dal 1974 numerose personali in Italia ed all’estero. Sue opere al “Museo dell’Acquerello” di Fabriano e al Museo di Santa Margherita Ligure.

00-guarino

Olio su tela - 2017
Originario della Lucania ama e dipinge Milano e le sue differenti espressioni.

00-formenti

Tecnica mista - 2013 “Con la mia pittura desidero creare un’emozione dal bello del creato e da quello che l’uomo, con la propria manualità, ha inserito.

 

00-borgonovo

Òli sora on'antina veggia d'on ciffon che l'avarà trovà in del ruff.

 



Alla collettiva saranno esposte alcune opere di elio-borgonovo (el pittor de la veggia Milan) un’espressione artistica della Milano ormai scomparsa.
Un passato del quale dobbiamo sì mantenere il ricordo e la… “documentazione”, senza però cadere in false ed improbabili nostalgie che potrebbero farci rischiare di perdere le splendide opportunità che il “futuro” offre alla nostra Città.

La rappresentazione grafica di questo concetto, sembra volerla suggerire l’immagine di fondo che ha accompagnato la comunicazione della prima edizione de

00-panorama

 

Per “ringraziare” i poeti della loro disponibilità, era stata studiata una pubblicazione (economica) contenente tutte le 28 poesie pervenute al concorso.
Purtroppo le rotazioni della terra hanno provocato anche un disallineamento che non ha permesso la realizzazione della pubblicazione, che avrebbe dovuto essere presentata all’inaugurazione della collettiva alla quale NON potrai mancare,

Sabato 27 gennaio
a partire dalle ore 16:00

00-seicentro-locandina
La locandina della collettiva

 



P.s. Questo è il dialogo che ha ispirato Massimo Troisi ad intitolare il suo film “Ricomincio da tre". 

« … Troisi: Chell ch’è stato è stato... basta, ricomincio da tre...
Arena: Da zero!...
Troisi: Eh?...
Arena: Da zero: ricomincio da zero. ...»

Ed io l'ho... copiato.

Se vedom... elbor

 

Torna all'INDICE DEI POST 

 

 

Aggiungi commento